Sistema solare per bambini. Laboratorio creativo

Dalla scorsa settimana Ale è a casa dall’asilo e mi raccontava che avevano appena iniziato a parlare del sistema solare. Era molto dispiaciuto del fatto che non avrebbe potuto concludere l’argomento con le sue maestre e così abbiamo pensato di rimediare subito al problema affrontandolo noi, a casa.

Come spiegare il sistema solare ai bambini?

Di primo acchito potrebbe sembrarvi complicato ma vi assicuro che se seguirete queste tre piccole regoline avrete fatto centro!

  1. Ragionare per immagini. Inutile riempirgli la testa di nozioni, dopo poco avrete perso la loro attenzione, mostrategli foto dei pianeti, video di astronauti che si muovono nelle loro piccolissime navicelle spaziali. Vedrete che espressione stupita avranno i bambini!
  2. Andate a caccia di curiosità. Questa strategia vale per gli adulti, figuriamoci per i bambini. Vi dico solo che per spiegare la portata dei venti che soffiano su Marte ho fatto ascoltare ad Ale un audio della NASA che ho trovato su YouTube. Online, se cercate bene, trovate un sacco di chicche carine!
  3. Trovate quel “dettaglio che fa la differenza”. Semplice: se Mercurio è il pianete più vicino al sole avrà sicuramente bisogno di un bel paio di occhiali di sole e se Venere è il pianeta più luminoso in assoluto disegnatelo con una lampadina nelle mani 🙂

Dopo questa breve premessa passiamo alla parte divertente: CREIAMO!

LABORATORIO SISTEMA SOLARE

Occorrente:

  • 1 cartoncino 50X70 nero
  • 1 foglio bianco A4
  • matita
  • pastelli colorati (fate attenzione che ci sia anche il bianco)
  • colla a stik
  • forbici
  • per il sole noi abbiamo un vassoio dorato dei pasticcini che avevamo in casa

Procedimento:

  • disegnate, ritagliate e incollate il sole che andrà messo tutto a sinistra del cartoncino nero
  • disegnate i pianeti sul foglio A4 bianco. Per fare i cerchi aiutatevi con il fondo di una tazzina o con dei bicchierini non troppo grandi
  • colorate i pianeti con i pastelli colorati, ritagliateli e incollateli sul cartoncino nero prestando attenzione alla loro collocazione rispetto al sole
  • procedete con i dettagli: le orbite dei pianeti (le potete tracciare con il pastello bianco); fornite a ciascun pianeta il suo elemento distintivo (la lampadina a Venere, le ondine del vento a Marte, il tridente a Nettuno e così via); non scordate di disegnare le stelle (comete e non) e gli asteroidi soprattutto tra Marte e Giove (in questa zona sono molti gli asteroidi presenti tant’è che si chiama fascia principale degli asteroidi. Così ho letto!

Armatevi di una cornice e chiudete in bellezza l’attività incorniciando e appendendo alla parete il vostro bellissimo e personalissimo sistema solare.

Alla prossima, vi abbraccio, Federica 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...